Il cammino della scienza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il cammino della scienza

Messaggio  Dott. Alessandro Mahony il Ven Ago 15, 2008 11:41 pm

La scienza procede spesso per vie traverse. Spesso non è un viaggio lungo una linea continua e coerente. Qualcuno crede che quando si fa una scoperta si debba andare lungo quella direzione. A volte si a volte no; spesso bisogna ricominciare da capo e prendere altre strade. La vita poi cambia, il mondo cambia. Ciò che valeva 30 anni fa oggi non vale piu'. Nuovi concetti e nuove teorie portano a nuove scoperte, che consentono a loro volta di proporre nuove teorie e cosi via. E spesso si procede per tentativi ed errori. E' uno dei modi di procedere della scienza.
La scienza non è mai assoluta. Non esistono verità assolute. Esistono modi di vedere le cose, che possono essere più o meno funzionali. Non esistono teorie assolute, esistono solo teorie che sanno spiegare meglio alcune cose di altre; e queste teorie vengono poi rimpiazzate da altre.
Una cosa che però è abbastanza palese è l'arroccarsi di molti personaggi dietro a idee che sanno non poter reggere a lungo. E questo, obiettivamente, porta solo dei danni alla ricerca e a chi soffre. E' sicuramente vero che la qualità della vita è molto migliorata in questi ultimi anni. Ad esempio le conoscenze in medicina hanno portato a veri e propri "miracoli " che sino a pochi anni fa erano impensabili. Ma è altrettanto vero che molte novità non sono ancora accettate, e questo si che è un danno. Negare la ricerca per mettere alla prova nuove idee non è sicuramente una cosa sana, anzi...
Fortunatamente oggi molte persone si sono svegliate e sanno farsi valere. Ma bisogna fare ancora tantissimo, perchè nuove sfide si prospettano all'orizzonte, nuovi ostacoli ancora piu difficili. E allora non potremo piu combattere con le armi di 30 anni fa...Siamo anzi già molto in ritardo. Tante idee ci sono già, e persone piene di buiona volontà ce ne sono tantissime. Persone che lavorano senza avere fama che anzi va a chi sta sopra di loro, e che poi terminato il loro lavoro non ottengono neanche un grazie. Ma il vero scienziato fa le cose con il cervello e con il cuore.
Bisogna cambiare tante cose. Si può e si devono organizzare meglio la ricerca e la terapia. E' uno sforzo che va fatto da tutti con coscienza e con il cuore in mano. Perchè siamo già in ritardo.

Dott. Alessandro Mahony

Numero di messaggi : 1
Età : 49
Località : brescia
Data d'iscrizione : 23.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum