COCACOLA E COCAOBESI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

COCACOLA E COCAOBESI

Messaggio  Admin il Mer Set 23, 2009 5:47 pm

L'industria della soda ed i produttori di sciroppo di fruttosio di mais in America hanno sempree preferito non parlare del legame tra il consumo di sodio e l'obesità, insistendo che la Soda non fa ingrassare. Nel frattempo, però, gli americani consumano sempre maggiori quantità di sodio e di zucchero ed con ogni anno curiosamente i tassi di obesità e di diabete salgono. a dieta in tutto questo ha una responsabilità ovviamente centrale e grazie ad un nuovo studio condotto in California, le società di soda non possono più nascondersi dietro un dito. Questo studio ha infatti analizzato le abitudini di consumo di soda di ben 43.000 americani adulti e di 4.000 adolescenti ed ha concluso che bere una o più bibite contenenti soda al giorno, aumenta le probabilità di obesità ben del 27 per cento, e rimane un fatto che il 62% degli adulti che consumano quotidianamente questa sostanza, sono in sovrappeso o obesi. Lo studio ha anche riscontrato che i californiani con questa malsana abitudine sono nel 41 per cento bambini, nel 62 per cento adolescenti e nel 24 per cento adulti. Purtroppo, lo studio ha messo a fuoco solo le dinamiche legate all’obesità, mentre non considera i tassi di diabete e di perdita di massa ossea; è infatti noto come l'acido fosforico presente nella soda comporti l'osteoporosi (anche nell’uomo), né considera le quantità di aspartame, uno degli edulcoranti più cancerogeni sul mercato, spesso tacciato come indiziato nella formazione del cancro al cervello. dopo anni di segnalazioni e un giro d’affari milionario,le correlazioni tra le bibite contenenti soda e diabete, cancro, malattie cardiache, depressione. Tutte patologie con un denominatore comune: sono molto costose da trattare e ciò comporta l’aumento notevolmente del costo dell’assistenza sanitaria di una nazione, tanto che per ogni dollaro che un consumatore spende per acquistare soda, bisognerebbe mettere in conto un dollaro per prendersi cura della sua salute nel lungo periodo, che grava sulle spalle dei contribuenti e sui premi dell’assicurazione sanitaria.
Dott.ssa Silvia Caldironi

Admin
Admin

Numero di messaggi : 121
Età : 36
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 02.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://infofarmaci.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum