Ancora su polmone e intestino crasso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ancora su polmone e intestino crasso

Messaggio  Dott.Alessandro Todeschin il Gio Giu 12, 2008 3:31 pm

Riprendiamo il discorso cominciato ieri.
Vediamo di cogliere qual è la funzione di questa coppia di meridani, la qualità dell'energia che scorre al loro interno.
Nei classici della medicina orientale il ruolo dei polmoni è paragonato a quello di un Primo Ministro incaricato di provvedere alle relazioni con l'ambiente esterno, ma anche di mantenere l'ordine nelle questioni interne.
Insomma, scambio è la parola d'ordine.
I polmoni prendono il "chi" dall'ambiente esterno, lo raffinano e provvedono a distribuirlo in tutto il corpo. Questo è evidentissimo nel meccanismo della respirazione, ma chi un po' s'intende di psicosomatica ben sa che la pelle è l'altro grande organo che respira!
Non a caso gli squilibri del meridiano di polmone si evidenziano, oltre che attraverso disturbi vari dell'apparato respiratorio (tendenza a congestioni, raffreddori, asma, etc...), anche attraverso sintomi che colpiscono la pelle: uno dei primi segnali che fanno sospettare uno squilibrio dell'energia di polmone è il colorito pallido del viso.
E a livello psicologico che succede? Beh, nulla di diverso se è vero (ed è vero!!!) che mente e corpo sono un tutt'uno: la persona tenderà ad una chiusura in se stessa, all'isolamento, alla malinconia: proprio perchè ha smesso o comunque limitato lo scambio con il mondo esterno. Ecco allora fare capolino la depressione, anticipata dal tipico sospirare.
Vi faccio notare come la stagione associata al polmone sia il tardo autunno (in effetti la più malinconica) e l'elemento il metallo (ossia il massimo della concentrazione, della chiusura).

Per quanto concerne il meridiano di intestino crasso, si tratta dell'altra faccia della stessa medaglia.
Definito come un Ufficiale di Trasmissione, esso aiuta il polmone nel trasmettere il suo volere, ma in termini di azioni pratiche: esso prende ciò che, entrato col cibo, non serve più e lo espelle all'esterno (di nuovo uno scambio, no?).
Quando esso non è in equilibrio succede che... succede che non si riesce più a "buttare fuori": nè gli elementi materiali (leggi gli scarti del cibo, intesi no?), nè i prodotti dell'anima, ossia le emozioni!
Non vi sorprenderà a questo punto constatare come stipsi, asma, depressione, raffreddori, congestioni nasali... siano l'espressione dello stesso blocco.
Piccolo test: se avete dei risvegli frequenti tra le 3 e le 5 del mattino è altamente probabile che la vostra fase di metallo sia in disequilibrio.

Grazie all'esercizio che vi ho proposto ieri potrete trovare un valido sollievo alle problematiche di cui sopra.
Ah, altro piccolo consiglio: per riequilibrare l'energia di polmone/intestino crasso consumate del riso, rigorosamente integrale e bio!!!

_________________
dott. Alessandro Todeschin (Thiene, VI)
http://alessandrotodeschin.weebly.com

Dott.Alessandro Todeschin

Numero di messaggi : 31
Età : 37
Località : Thiene (Vicenza)
Data d'iscrizione : 11.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum