UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  Giuseppe Di Giovanni il Mer Lug 09, 2008 1:35 pm

Al mattino quando vi svegliate stanchi, svuotati d’energia magari, dopo aver passato una notte di fuoco con il vostro o la vostra partner e sentite il desiderio di ricaricare le batterie con brioches, cappuccino e caffè, provate a fare una sana colazione con la crema Budwing, vi garantisco è un ottimo toccasana. La ricetta di questa crema è stata elaborata e diffusa dalla Dott.ssa Catherine Kousmine, famosa per aver ideato un programma alimentare per la prevenzione e la cura delle malattie degenerative.
Le modalità di preparazione sono le seguenti: immettere dentro un frullatore un cucchiaio d’olio biologico spremuto a freddo di semi di lino o di girasole, uno yogurt magro, il succo di mezzo limone, una banana o un altro frutto maturo, un cucchiaio di semi di girasole, un cucchiaino di semi di sesamo, mandorle e qualche noce, infine un cucchiaio di farina integrale da scegliere a rotazione fra riso, orzo, farro, kamut, grano saraceno macinato al momento, frullare il tutto e bere. Se risulta troppo denso aggiungete un po’ d’acqua.
Questa crema è un ottimo integratore naturale di vitamine, minerali e oligoelementi, apporta immediato benessere psicofisico e dona forza vitale in quanto, le componenti organiche contenute in essa, vengono assimilate rapidamente.
Oltre ad impiegarlo quotidianamente come colazione, se ne consiglia la somministrazione ad anziani, donne in gravidanza, bambini, persone convalescenti e malati con prognosi degenerative.
Riguardo alle donne in dolce attesa, la Dott.ssa Kousmine dice “Le donne in gravidanza che assumono ogni giorno questa crema partoriranno facilmente e daranno alla luce bimbi sani e buoni”
Per approfondimenti, sul programma alimentare completo, vi consiglio il libro “ IL METODO KOUSMINE” dell’Association Médicale Kousmine Internationale – edito da Tecniche Nuove.

Giuseppe

Giuseppe Di Giovanni

Numero di messaggi : 36
Età : 53
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  MARICA il Dom Ago 03, 2008 11:50 pm

Ciao, io chiedo se questa crema è sufficiente come colazione o è necessario affiancarle qualche altro alimento. E se al posto dell'olio di girasole o semi di lino mettessi Olys della Carapelli?
Domani la provo...
Grazie

MARICA

Numero di messaggi : 18
Età : 38
Località : reggio emilia
Data d'iscrizione : 16.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  Dott.Alessandro Todeschin il Mer Ago 06, 2008 8:28 am

Direi che per colazione è più che sufficiente!
Puoi metterci l'olio che hai detto, ma ancora meglio a parere mio è metterci i semi interi all'interno.
Unica nota: i semi di lino sono talmente piccoli che passano attraverso l'intestino ed escono...tali e quali sono entrati.
Per cui una buona soluzione è quella di frullarli in un macinacaffè e farne della farina da aggiungere poi al composto: si potrà godere così di tutti i loro benefici effetti.
Poi, vabbè, c'è chi come il sottoscritto non approva molto l'uso dello yogurt, ma questo dipende dalla mia formazione che risente molto delle influenze del pensiero macrobiotico.
Ad ogni modo un po' di yogurt fatto bene ed assolutamente naturale non ha mai ucciso nessuno: stia attento solo chi ha particolari problematiche legate a questo alimento ed alla sua energia.

_________________
dott. Alessandro Todeschin (Thiene, VI)
http://alessandrotodeschin.weebly.com

Dott.Alessandro Todeschin

Numero di messaggi : 31
Età : 36
Località : Thiene (Vicenza)
Data d'iscrizione : 11.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  MARICA il Mer Ago 06, 2008 11:49 am

Eh, dici bene quando parli di energia e alimenti... ma come si fa a capirlo? Io, per esempio, ieri sera ho mangiato la pizza che faccio in casa e stamattina... disastro! Ultimamente è sempre peggio... Mi sono alzata distrutta, stanchissima, come se non avessi dormito niente. Non credo sia solo il caldo, e nemmeno il fatto che non sono andata presto a dormire. E' proprio una sensazione di spossatezza e gonfiore addominale (unito a feci durissime) che secondo me esula da questi aspetti, anche se magari non completamentamente. Il libro di Montignac che sto leggendo insegna proprio a pensare anche al discorso alimentazione come causa di tutta una serie di sintomi di malessere che ancora oggi si attribuiscono in maniera troppo riduttiva a stress e ritmi di vita. Credo sia verissimo, mi sono riconosciuta perfettamente in una sua descrizione della persona che soffre di ipoglicemia, ma non è facile cambiare completamente regime alimentare...
Tornando alla mia pizza, va da sè capire che per me ormai è veleno... ma come si fa a capire se proprio tutta la pizza o solo qualche suo componente? A naso, mi viene da dire che se mangio singolarmente il pomodoro o la mozzarella, non mi sembra inviino segnali particolarmente spiacevoli sul mio corpo, mentre se mangio pane, focacce etc. sento, oltre al fatto di riempirmi molto, anche un certo gonfiore. Meglio ancora: diciamo che ho provato a togliere il pane come alimento quotidiano che abitualmente accompagnava ogni mio pasto e confesso che quando non lo mangio mi sento molto più leggera e "a posto". Però... come si fa a toglierlo del tutto? Il problema è che io adoro i farinacei... e da questo, un'altra domanda nasce spontanea: perchè se il nostro corpo riconosce qualche alimento come dannoso, la nostra mente invece ne sente così tanto il bisogno...?

MARICA

Numero di messaggi : 18
Età : 38
Località : reggio emilia
Data d'iscrizione : 16.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  Dott.Alessandro Todeschin il Mer Ago 06, 2008 12:06 pm

Eh eh... la mente...
La mente ci fa desiderare un certo tipo di cibo perchè quella è la strada più breve e facile per sedare un bisogno, una carenza.
Mangio la pizza, o il pane, o il cioccolatino perchè così posso momentaneamente compensare... ma poi il corpo giustamente ti fa capire che non è quella la soluzione.
E' un discorso ampio, enormemente ampio.
Posso solo dirti che in effetti il desiderio di farinacei si collega perfettamente con il problema dell'ipoglicemia e delle crisi ipoglicemiche. E più farinacei mangi, più il problema si cronicizza.
Bisogna spezzare il circolo vizioso a tutti i costi. E qui tutti mi dicono: ma è impossibile!!!!
Certo, ammetto non sia facilissimo, ma il dato rassicurante è che dopo un po' il desiderio irrefrenabile del cibo in questione cessa fino quasi a scomparire e quindi il sacrificio non si riduce che a pochi giorni.

Ora, per l'ipoglicemia sono tremendi i farinacei cotti al forno: alias pane (specie se bianco), pasta bianca, pizza, focacce, crackers, grissini, brioches, fette biscottate, merendine...
Come sostituirli? Bisogna imparare a consumare il cereale nella sua forma orignaria: ossia in chicco.
Largo allora al riso, al miglio, all'avena, al farro, all'orzo, al mais, al grano saraceno, etc... così come Madre Natura ce li ha forniti.
Per la colazione, forse il pasto più difficile da sostituire, l'alternativa più indicata è costituita dalle creme di cereali.
Ve ne parlerò in un prossimo post, se vi interessa.

Sappiate comunque che la riduzione di questi cibi "incriminati" contribuisce a rilassare il pancreas e a migliorare notevolmente lo stato dell'umore: niente più ansie, nervosismi, pensieri ricorrenti e testa che sembra fumare.
Praticare poi gli esercizi per i meridiani di cui ho parlato nella sezione shiatsu è un aiuto notevole per la risoluzione di questa problematica così diffusa.

_________________
dott. Alessandro Todeschin (Thiene, VI)
http://alessandrotodeschin.weebly.com

Dott.Alessandro Todeschin

Numero di messaggi : 31
Età : 36
Località : Thiene (Vicenza)
Data d'iscrizione : 11.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  MARICA il Mer Ago 06, 2008 4:10 pm

Allora... se mi dici che il desiderio irrefrenabile comincia a spegnersi "in automatico", questo non è poco. Almeno mi fa sperare di non dover lottare strenuamente e continuamente con me stessa, perchè anche questo genera una tensione che non fa per niente bene a mente e corpo..
Però dai, è incoraggiante quello che dici. Riguardo allo stato dell'umore... quella che descrivi sono io! Quindi... non si può non provare!
Non c'è un libro o un sito che puoi consigliare che illustra ricette per utilizzare i cereali come tu suggerisci? Io non saprei da dove partire, e questo è sempre il problema più grosso quando si parla di abitudini alimentari. Ci si può anche mettere d'impegno, però se mancano le idee su come cucinare determinati alimenti, dopo un po' finisci per arrenderti e tornare alla cosa più comoda e rapida, e te lo dice una che di cose in casa ne fa parecchie e non mangia di sicuro i 4 salti in padella - anche se mi è capitato rabbit silent - o compra le merendine per il figlio!
A pranzo, per esempio, l'abitudine è di mangiare la pasta (quindi se vuoi, anche con verdure &C., però il cibo "incriminato" c'è comunque)... è sempre la prima cosa che viene in mente. Mica si può mangiare tutti i giorni minestrone, anche se è buonissimo; per questo, se si potesse conoscere una certa varietà di proposte sull'utilizzo dei cereali...
Grazie.
P.s. Io credo che un post sulle creme di cereali interessi a tutti, soprattutto alla luce di quanto hai appena specificato.
P.p.s. Se sarò capace e non combinerò pasticci, proverò anche gli esercizi di cui tu parli...

MARICA

Numero di messaggi : 18
Età : 38
Località : reggio emilia
Data d'iscrizione : 16.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  MARICA il Mer Ago 06, 2008 6:39 pm

Ho provato la crema budwing!
Buonissima... non credevo, davvero. Pensavo quantomeno di dover aggiungere un po' di fruttosio, invece niente!
Unico inconveniente (se così lo si può chiamare): non ce la posso fare a mangiarla/berla tutta!! E' molto piena come crema (ora capisco perchè si diceva che basta da sola come colazione...) e dopo un po' mi stomaca. Va bene se ne mangio anche solo la metà? Adesso l'ho assaggiata come merenda, ma il mattino un po' mi preoccupa, considerando che spesso mi sveglio con nessuna voglia di ingerire cibo...

MARICA

Numero di messaggi : 18
Età : 38
Località : reggio emilia
Data d'iscrizione : 16.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  Giuseppe Di Giovanni il Mer Ago 13, 2008 9:27 am

Cara Marica, conosco il metodo di Michel Montignac, basato sull’indice glicemico degli alimenti e sul meccanismo dell’insulina ma, dalla tua descrizione della sintomatologia postprandiale causata dai farinacei, a mio avviso, escludendo s’intende un eventuale celiachia (intolleranza al glutine dei cereali), può esserti d’aiuto la dieta in base al gruppo sanguigno. Puoi trovare indicazioni utili sul libro “La dieta secondo il gruppo sanguigno” scritto da Anita Hebmann-Kosaris e pubblicato dalla Casa Editrice Tecniche Nuove.

Giuseppe Di Giovanni

Numero di messaggi : 36
Età : 53
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  MARICA il Mer Ago 13, 2008 11:27 am

Grazie!
Scusa se però te lo chiedo... perchè Montignac non andrebbe bene? Solo per via dei farinacei? Tengo a precisare che per fortuna un malessere così accentuato mi è capitato solo l'altro giorno. Da quel poco che so, credo che se fosse celiachia starei male ogni volta che ingerisco farinacei. O sbaglio?
E ti dirò di più. Ormai è una settimana che consumo cereali, frutta e verdura in grande quantità, oltre alla crema budwing ogni mattina. Non è tanto per dimagrire perchè non ne ho granchè bisogno, ma proprio per imparare a mangiare bene senza fare danni a corpo e mente, come suggerite voi. Ho mangiato anche salume e un piatto di spaghetti ma, appunto, Montignac non li considera alimenti oltraggiosi per un mangiar sano e vivere bene. E ti assicuro che l'alimento base sono stati cereali, frutta e verdura, appunto.
Ma devo ammettere che, negli ultimi tre giorni, nonostante un miglioramento generale che all'inizio sentivo (soprattutto senso di gonfiore finalmente attenuato) mi alzo al mattino letteralmente distrutta, come se il giorno prima avessi esagerato a livello alimentare, appunto. Sento una spossatezza infinita, come se avessi un macigno sulla tsta e sulle spalle, gli occhi che quasi non riescono ad aprirsi, starei sul letto sempre, e non necessariamente per dormire. Questo almeno nella mattinata e nel primo pomeriggio. Poi, durante la giornata va meglio. E direi che la mia alimentazione è nettamente migliorata rispetto alle mie abitudini!
Non è facile capirci...

MARICA

Numero di messaggi : 18
Età : 38
Località : reggio emilia
Data d'iscrizione : 16.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  Giuseppe Di Giovanni il Sab Ago 16, 2008 3:45 pm

Adesso, viste le problematiche, non interessa tenere a bada l’indice glicemico. Il metodo Montignac dà ottimi risultati, ma in questo momento, ritengo sia più indicato eliminare tutti gli alimenti che contengono lectine incompatibili con il tuo gruppo sanguigno (0, A, B, AB). Le lectine sono proteine naturali contenute in quantità diverse negli alimenti. Si trovano in abbondanza nei cereali, legumi, verdure, ortaggi, pesci, crostacei e molluschi. Alcune di queste proteine aggrediscono il sangue provocando agglutinazione cellulare e stimolano in eccesso il sistema immunitario causando allergie e intolleranze. Queste ultime, inizialmente, manifestano sintomatologie acute tipiche degli stati infiammatori. In seguito, con il passare del tempo e con il perpetrare nell’errore alimentare, la forma acuta si trasforma in cronica.
Durante i pasti bisogna masticare il cibo lentamente e per lungo tempo, tenendo la mente sgombra dai cattivi pensieri. Le emozioni negative possono influire sul corretto funzionamento degli organi e sul giusto flusso energetico dei meridiani
Malcontento, irritazione, rancore e rabbia interessano fegato e cistifellea; dolore o gioia eccessiva influenzano il cuore, il pericardio, l’intestino tenue e il triplice riscaldatore (metabolismo alimentare); ossessioni, timori e ansie colpiscono stomaco, milza e pancreas; tristezza e depressione, causano problematiche a polmoni e grosso intestino; le paure e le angosce colpiscono reni e vescica.
Prova a seguire seriamente questa dieta per un intero mese e poi mi dirai.
Auguri

Giuseppe Di Giovanni

Numero di messaggi : 36
Età : 53
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 30.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  MARICA il Sab Ago 16, 2008 9:13 pm

Grazie mille Giuseppe.
Proverò e ti farò sapere.

MARICA

Numero di messaggi : 18
Età : 38
Località : reggio emilia
Data d'iscrizione : 16.07.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNA SUPER COLAZIONE CON LA CREMA BUDWING

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum